stemma comunale

Panorama innevato Morano Calabro

Bandiera Arancione

I Borghi più belli d'Italia
Home
Organi Istituzionali
Il Sindaco
La Giunta
Ufficio Staff - Gabinetto del Sindaco
Il Consiglio Comunale
Componenti
Organigramma
Albo Pretorio
Delibere di Giunta
Delibere di Consiglio
Regolamenti e Statuti
Interrogazioni
Avvisi
Bandi e Gare
Bandi - Concorsi
Trasparenza Ammin.
Incarichi Professionali
Assenze Dipendenti
Area Press
Elezioni
Link utili
Polizia Municipale
Contatti

amministrazione trasparente

 


Sportello Attività Produttive Sportello Attività Produttive

Ufficio Tributi

Piano Centro Storico

Biennale Biennale

PSC Comunale

PSR 2014/2020

Progetti PISL

Cambio Residenza in tempo reale

Sportello SUAP

Centrale Unica di Committenza

In Comune

Accesso Area Riservata

logo differenziata Informazioni utili sul servizio della Differenziata

convenzioni

 

Collegamento al Servizio Civile Nazionale

Servizio Civile Nazionale


Progetto Marinella Amici

Progetto Rete Marinella Amici

 

 Recapiti

Piazza Giovanni XXIII

87016 Morano Calabro (CS)

Tel. 0981.31021

Fax  0981.31036

Pec del Comune

 

 

 

U.S. Geppino Netti

  A.S. Geppino Netti

 

Marinella Onlus

  Marinella Onlus

 

link Utili:

Provincia di Cosenza

Regione Calabria

Biagio Spezzano  

laterale

Al via i lavori di messa in sicurezza della Chiesa di Santa Maria Maddalena
De Bartolo: «Esempio di buone pratiche e fattiva sinergia istituzionale»


Consegnati, lunedì scorso, alla ditta appaltatrice, i lavori di messa in sicurezza e ripristino delle condizioni di agibilità della chiesa di Santa Maria Maddalena, interdetta al culto a seguito del terremoto verificatosi nell’area del Pollino il 26 ottobre 2012, movimento tellurico che la danneggiò.

Presenti nell’espletamento delle loro funzioni: il R.U.P. nonché coordinatore dell’Area tecnica del Comune di Morano, ing. Domenico Martire; il direttore dei lavori, arch. Gaetano Leto; il responsabile dell’Ufficio tecnico della Diocesi di Cassano Jonio, geom. Raffaele Bloise; il geom. Mariano Mirabelli, titolare dell’impresa esecutrice; il parroco don Gianni Di Luca; il sindaco Nicolò De Bartolo.

La vulnerabilità dell’edificio, dovuta anche alle precarietà strutturali riconducibili alla vicinanza di un canale di scolo naturale, sarà risolta mediante l’applicazione di metodi già sperimentati per interventi simili e che consentiranno di restituire alla collettività il sacro luogo in breve tempo. Si tratterà, fondamentalmente, di: inserire e ancorare all’interno degli ambienti catene in acciaio in senso longitudinale e trasversale a quote diverse, coadiuvate da un sistema di tiranti collaboranti con i piloni; ricostruire la muratura lesionata; irrigidire la base del tamburo della cupola; fasciare l’esterno a mo’ di cordolo; cerchiare una finestra del tamburo della cupola; sostituire completamente la struttura portante del tetto sui transetti e abside; rifare il manto di copertura; procedere al riconfinamento in asse dei monaci con revisione delle staffe; sostituire i canali di gronda e i discendenti; realizzare nuovi architravi sui vani finestra/porta; sarcire le lesioni murarie; ripristino pittura con malta a base di calce.

Il costo complessivo dell’appalto è di € 250.000,00, (finanziato con fondi della Protezione Civile Nazionale poi trasferiti all’omonimo organismo regionale) mentre l’intervento è stato affidato all’impresa aggiudicatrice della gara per un importo di € 180.708,85 al netto del ribasso e degli oneri di progettazione e sicurezza.

«Un esempio di buone pratiche e di fattiva sinergia istituzionale tra Enti diversi per competenze e mission – afferma il sindaco Nicolò De Bartolo: grazie all’impulso dell’amministrazione comunale e degli uffici, siamo riusciti a portare a compimento un percorso lungo e non privo di difficoltà derivanti anche dalla disomogeneità dei soggetti coinvolti. Entro breve restituiremo alla collettività un monumento di straordinaria valenza culturale, storicamente perno centrale e catalizzatore di flussi turistici. Ma, pensiamo anche alla comunità religiosa e dei fedeli tutti, che finalmente potranno tornare all’esercizio del culto in quel tempio purtroppo abbandonato, non senza sofferenza, per evidenti ragioni di sicurezza all’indomani del sisma del 2012. Un sincero ringraziamento, dunque, per l’operosa cooperazione a tutti gli attori che hanno interagito fra loro, in particolare la Protezione Civile Regionale e i suoi funzionari; non ultimo al vicesindaco Pasquale Maradei, che ha seguito e sbloccato i problemi che hanno rallentato l’avvio dei lavori».

scarica l'articolo nella versione in pdf

barra laterale




Foto Gallery
App iMoranoCalabro
Google Play
Foto Gallery
Fotogallery
Foto Gallery
Fotogallery
Logo Eco Earth

Attestazione Comune Riciclone
Attestazione Comune Riciclone 2015
Turismo*
Informazioni
Storia
Le Chiese
San Bernardino
San Nicola
SS. Pietro e Paolo
Santa Maria Maddalena
Santa Maria del Carmine
Convento Padri Cappuccini
Monastero di Colloreto
Associazioni
Il Nibbio
Museo dell'Agricoltura
Raccolta Privata D'Agostino
Passeggiate
San Bernardino - San Nicola
San Nicola - S. Maddalena
San Nicola - S. Pietro
San Pietro - S. Maddalena
Eventi
Festa della Bandiera
Festa del Carmine
Ricettività
Alberghi- B&B -Agriturismi
Ristoranti
sito in aggiornamento

EVENTI

Programma Estate Morano 2017
Programma Estivo 2017


Archivio Eventi 2010

Paesi Gemellati:

Porto Alegre

Porto Alegre

Pro Loco Morano Calabro
Pro Loco di Morano Calabro
Trekking Calabria
Trekking Calabria

link Utili:

Progetto EDEN 

Morano tra le quarantatre destinazioni rispondenti ai criteri della Commissione Europea