Centrale Unica di Committenza - U.C.C.

Servizio CUC Centrale Unica di Committenza - U.C.C.
Responsabile

Responsabile Gestione Associata
Dott. Ing. Domenico MARTIRE
Telefono: 0981/1905232
Fax: 0981/31036
PEC Struttura: CUC@pec.comunemoranocalabro.it

 

Compiti

La Centrale Unica di Committenza (Acronimo – U.C.C.) cura per le procedure di gara di appalti di lavori, servizi e forniture, in conformità con le disposizioni del Codice dei Contratti pubblici di cui al decreto legislativo 163/2006 e al Regolamento di attuazione D.P.R. 207/2010, per i soggetti sottoscrittori di questo accordo.
Le funzioni e i servizi oggetto di questo accordo consistono nella gestione dei rapporti con gli Enti locali aderenti e delle procedure di gara, dalla predisposizione del bando, fino all’aggiudicazione provvisoria e rimette gli atti all'Ente associato per l'aggiudicazione definitiva.
La Centrale di committenza cura la gestione della procedura di gara e svolge le seguenti attività e servizi:
a) collaborazione con l’ente convenzionato ai fini di una corretta individuazione dei contenuti dello schema dell’aggiudicazione, a garanzia di una piena rispondenza del lavoro, del servizio e della fornitura in relazione alle esigenze degli enti interessati;
b) definizione con l’ente convenzionato delle procedura di gara per la scelta del contraente;
c) collaborazione con l’ente convenzionato per la stesura dei capitolati di cui all’art. 5, comma 7, d.lgs. 12aprile 2006, n. 163;
d) collaborazione per la stesura del bando di gara e/o del capitolato speciale;
e) definizione, in sintonia con l’ente convenzionato, sia del criterio di aggiudicazione sia di eventuali e ulterioriatti aggiuntivi;
f) definizione, qualora si impiega il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dei parametri di valutazione delle offerte con relative specificazioni;
g) redazione degli atti di gara, ivi incluso il bando di gara, il disciplinare di gara e la lettera di invito;
i) nomina della commissione giudicatrice in caso di aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa;
l) collaborazione alla gestione degli eventuali contenziosi conseguenti alla procedura di affidamento, con predisposizione degli elementi tecnico-giuridici per la difesa in giudizio;
m) collaborazione alla stesura dello schema di contratto;
n) cura, anche di propria iniziativa, di ogni ulteriore attività utile al perseguimento degli obiettivi finalizzati a rendere più penetrante l’attività di prevenzione e contrasto ai tentativi di condizionamento della criminalità mafiosa, favorendo al contempo la celerità delle procedure, l’ottimizzazione delle risorse e il rispetto della normativa in materia di sicurezza sul lavoro di cui all’art. 1, comma 2, D.P.C.M. 30 giugno 2011;
o) trasmissione all’ente convenzionato, come disposto dall’art. 6, comma 2, lettera a), dello stesso D.P.C.M. 30giugno 2011, degli elementi informativi oggetto di attestazione ai sensi degli art. 3 e 4 D.P.R. 3 giugno 1998, n.252, sulle imprese partecipanti alle gare;
p) promozione e organizzazione di seminari e gruppi di lavoro per il personale dipendente dei Comuni associati finalizzati al miglioramento delle competenze riguardanti la gestione degli appalti e lo sviluppo di collaborazioni tra Comuni.

Enti associati

Comune di Morano Calabro;
Comune di Mormanno;
Comune di Laino Borgo;
Comune di Laino Castello.